In linea con il principio PRI n.1 (Incorporazione di fattori ambientali, sociali e di governance nell’analisi degli investimenti e nel processo decisionale), Eurizon ha adottato una metodologia di selezione degli strumenti finanziari che tenga conto di fattori ambientali, sociali e di governance, come parte integrante del processo di investimento, fi nalizzata al contenimento dei rischi, anche reputazionali.

I principi ESG e SRI vengono applicati a tutti i fondi a gestione attiva, sia a benchmark sia flessibili.
Tra questi abbiamo prodotti specializzati ESG, che utilizzano fattori specifici e un appropriato sistema di rating interno ESG, e prodotti etici con benchmark dedicati che sono gestiti rispettando rigidi criteri di selezione degli emittenti positivi e negativi.
Non vengono applicati criteri ESG a prodotti passivi/indicizzati, e cosiddetti “wrapper” (quali, a titolo esemplificativo, fondi di fondi, gestioni di portafogli retail e unit linked).

 

In particolare, Eurizon ha identificato le seguenti tre fasi:

SCREENING DEGLI EMITTENTI FINALIZZATO A INDIVIDUARE QUELLI PIÙ ESPOSTI A RISCHI AMBIENTALI, SOCIALI DI GOVERNANCE O NON CONFORMI AI PRINCIPI DI INVESTIMENTO SOSTENIBILE E RESPONSABILE
 
IDENTIFICAZIONE DEGLI EMITTENTI CON ELEVATA ESPOSIZIONE A RISCHI ESG E DEGLI EMITTENTI OPERANTI IN SETTORI CHE CONSIDERIAMO NON SOCIALMENTE RESPONSABILI
 
MONITORAGGIO DEGLI INVESTIMENTI DA PARTE DELLA FUNZIONE COMPLIANCE

 

 

 

La selezione degli emittenti

Il team Long Term Sustainable Strategy di Eurizon specializzato in tematiche ESG/SRI individua due tipologie di emittenti:

EMITTENTI CON UN’ELEVATA ESPOSIZIONE A RISCHI ESG “EMITTENTI CRITICI” EMITTENTI OPERANTI IN SETTORI RITENUTI "NON SOCIALMENTE RESPONSABILI"
Utilizzando i dati di info-provider specializzati si selezionano gli emittenti con il livello di rating di sostenibilità ESG più basso nell’universo di investimento azionario globale, emergente e corporate. - Mine antiuomo
- Bombe a grappolo


Tali emittenti sono individuati sulla base delle evidenze acquisite tramite info-provider specializzati.

 

L'elenco degli emittenti viene aggiornato periodicamente, condiviso con la Direzione Investimenti, con l’ufficio Sustainability e sottoposto al Comitato Sustainable and Responsible Investments.

Per gli “EMITTENTI CRITICI” e per quelli operanti in settori “NON SOCIALMENTE RESPONSABILI” sono previste specifiche limitazioni agli investimenti e, ove opportuna, l’attivazione di appositi processi che prevedono attività di confronto e di intervento (engagement) verso le società oggetto di investimento per conto dei patrimoni gestiti.

Il Comitato Sustainable and Responsible Investments monitora gli effetti dell’attività di engagement, valutando:

  • In caso di riscontri positivi da parte dell’emittente, l’opportunità di escludere il medesimo dalla lista degli emittenti oggetto di monitoraggio;
  • In assenza di miglioramenti, l’avvio del processo di disinvestimento dai patrimoni gestiti, salvo l’opportunità di prolungare il periodo di monitoraggio.

Questo sito consente l’invio di cookie c.d. analitici di “terze parti” per garantirne il funzionamento tecnico e per analizzare le visite al sito stesso in modo aggregato. Chiudendo questo banner o cliccando su un qualunque elemento della pagina web si accetta l’utilizzo di tali cookie. E’ possibile consultare l'informativa al riguardo per maggiori informazioni sulla gestione dei cookie