La Gestione di Portafogli

Nell'immaginario collettivo il concetto di risparmio gestito è circoscritto a fondi comuni e sicav, tralasciando invece una tipologia di prodotti che sta assumendo una crescente rilevanza: le Gestioni di Portafogli, dette anche GP.

Il Testo Unico della Finanza, disciplina la GP come segue:
Per "gestione di portafogli" si intende la gestione, su base discrezionale e individualizzata, di portafogli di investimento che includono uno o più strumenti finanziari e nell'ambito di un mandato conferito dai clienti. (Art. 1 comma 5-quinquies).


La GP rispetto al Fondo Comune di Investimento

La Gestione di Portafogli è concettualmente assimilabile a un fondo comune: in entrambi i casi infatti il risparmiatore affida la disponibilità del proprio capitale a un soggetto professionale che lo investe in un portafoglio costituito da strumenti finanziari, nell'interesse del cliente stesso. In realtà però le due tipologie di prodotti presentano caratteristiche tecnico-economiche profondamente diverse.

 

 

A chi si rivolge la GP

La separazione tra i patrimoni dei singoli clienti implica necessariamente soglie di ingresso elevate, che consentano quindi al gestore un frazionamento dell'investimento tra varie categorie di attività finanziarie e un'opportuna diversificazione. La Gestione di Portafogli si propone pertanto come una soluzione d'investimento per una clientela con una consistente disponibilità di capitale e tendenzialmente esigente. Si tratta sia di risparmiatori, in quanto persone fisiche, sia di clientela istituzionale, vale a dire investitori professionali che si caratterizzano pre un'elevata complessità delle esigenze e richiedono una maggiore personalizzazione del servizio di gestione che viene svolto attraverso il mandato istituzionale.

 

Le tipologie di Linee di Gestione


L'approccio dei risparmiatori all'investimento può essere di tipo partecipativo, ossia caratteristico di soggetti che preferiscono entrare nel merito delle scelte e dell'allocazione del loro portafoglio, o di tipo delegante, cioè riferito a soggetti che preferiscono demandare le scelte e le decisioni al gestore al quale affidano il proprio patrimonio, vincolandolo entro precisi parametri di rischio-rendimento. In risposta a queste differenti tipologie di clientela, il mercato offre Linee di Gestione dedicate: da portafogli specializzati su singole asset class, a prodotti che combinano, in proporzioni diverse, gli strumenti finanziari secondo una logica di asset allocation, fino ad arrivare a prodotti a strategia o flessibili.


Le GP, infine, possono essere:

  • GPF (Gestioni di Portafogli in Fondi): caratterizzate da un investimento prevalentemente o esclusivamente in OICR;
  • GPM (Gestioni di Portafogli in valori Mobiliari): caratterizzate da un investimento prevalentemente o esclusivamente in titoli,
  • miste: ossia possono prevedere l'investimento in entrambe le tipologie di strumenti, privilegiando titoli o OICR in funzione dell'asset class alla quale si fa riferimento.

Scarica il PDF Completo

Questo sito consente l’invio di cookie c.d. analitici di “terze parti” per garantirne il funzionamento tecnico e per analizzare le visite al sito stesso in modo aggregato. Chiudendo questo banner o cliccando su un qualunque elemento della pagina web si accetta l’utilizzo di tali cookie. E’ possibile consultare l'informativa al riguardo per maggiori informazioni sulla gestione dei cookie